La nascita di Venere

Il giorno era appena spuntato. La mattina era radiosa e calma. La luce scintillava silenziosa e cristallina sull’acqua e un vento leggero spazzava la superficie marina senza agitarla. L’orizzonte del mare era netto e aperto, un filo di infinito su cui l’occhio scorreva come una perla.

VenereAd un tratto, a metà mattina, la giornata cambiò. Il sole scomparve, nascosto da nubi arrivate all’improvviso, e si sentì il vento di lontano diventare più forte, tanto da muovere il mare e sollevarlo in onde basse e lunghe, accompagnate da una schiuma bianca, leggera e soffice. Continua a leggere

All’istante

background-1462755_960_720

Se ne innamorò all’istante
mentre intorno s’era fatta una notte
fredda, aspra e silenziosa.
In lui vide un sogno mai sognato,
il bagliore di una stella
e di una luce che sapeva
non sarebbero mai calati.